lunedì 29 gennaio 2007

Commenti a caldo sul nuovo film di Veronesi


Sono andato da poco a vedere il nuovo film di Giovanni Veronesi, Manuale d'amore 2 (capitoli successivi) e devo dire che non mi ha colpito particolarmente.
L'attesa di questo film è stata anticipata molto (se non completamente) dalla scena erotica tra il bello Scamarcio e la bella Bellucci, scena, anzi, capitolo principale all'interno del film.
Nel complesso il film è articolato bene, la sceneggiatura è costruita con logica e il film riesce a farsi seguire bene.
Anche la regia va apprezzata, seppure in parte, comprese quelle che sono le inquadrature in alcuni casi molto hollywoodiane.
Quello che però va criticato è la trama dell'intero film e la recitazione dei personaggi.
Noi italiani siamo ormai soliti nel produrre film che parlano fondamentalmente di amore, amore e amore; in tutte le sue forme, siano esse esplicite o figurate, astratte o concrete.
Sappiamo farci riconoscere e questo film ne è la prova assoluta.
Il classico film italiano dunque, con le classiche scene erotiche con i classici attori famosi.
Ma è proprio su questi ultimi che mi vorrei soffermare ponendomi una domanda: il grado di fama di un attore è giustamente proporzionata alla bravura dello stesso?
A giudicare dal film (e dagli attori) la risposta è proprio no; a partire da una scandalosa Bellucci, che proprio non ci vuole entrare nella parte, fino ad arrivare ad un affatto drammatico Albanese, che oltre all'attore comico non va oltre.
In compenso, si sono fatti valere i personaggi di Carlo Verdone e Fabio Volo, i quali sono sempre stati all'altezza di quello che si dice di loro.
Nonostante tutto però, le statistiche parlano chiaro:
(da cineblog.it)
Al 2° weekend di programmazione la pellicola di Veronesi porta a casa altri 4milioni e 145 mila euro, per un incasso di 13 milioni di euro! Il passaparola a quanto pare sta facendo bene al film targato De Laurentiis, vista l'ancora elevatissima media per sala, oltre 7000 euro.

Quindi alla fine, la "colpa" è anche un po' nostra che andiamo a vedere questi film i quali, dopotutto, sono quelli che vanno di moda.
E di moda, noi italiani, ne sappiano più di tutti gli altri.

3 commenti:

Anonimo ha detto...

Come al solito troppo crudele. Decisamente manuale d'amore e' un film d'amore, come potrebbe non esserlo, ma forse tu non lo hai apprezzato proprio perche tu dell'amore non ne sai ancora niente. Indubbiamnte non e ottimo come film ma riesce in un continuo climax a farti riflettere in profondita sul proprio modo di rapportarsi all'amore, i nostri pregiudizi etc... fino a sfociare in un finale da esatsi sentimentale grazie sopratutto a Verdone ed ad Elisa.

Jack ha detto...

Come al solito...? Comunque, sarà vero che io dell'amore non ne so ancora niente, ma è anche vero che un film del genere dovrebbe essere in grado di sapermelo fare apprezzare in tutta la sua pienezza. Effettivamente sono stato troppo crudele, ma evidentemente sono queste le parole che questo film mi ha fatto scrivere e, a giudicare da loro, direi che non è stato strutturato in modo corretto.

Anonimo ha detto...

Hello. And Bye.

LEAVE A COMMENT! LASCIA UN COMMENTO!

Se i sogni sono il pane degli scrittori, i commenti sono il pane dei blogger (almeno per me).

Siete sempre in tanti a visitare queste pagine, ma nessuno mai che si prende la briga di clikkare su "commenti" e di scrivere qualcosa anche un insulto che ne so...

COMMENTATE COMMENTATE e ancora COMMENTATE!!
__________________________________________________________________
__________________________________________________________________

Online