mercoledì 31 dicembre 2008

Perchè Capodanno segna la continuazione di ogni gesto

In queste poche righe vi auguro tutto il bene possibile per questo 2009 sperando di riuscire a cavarcela anche questa volta!
E citando mio nonno vi dico: Buona Fine e Buon Principio!

Saluti *<;-)


mercoledì 24 dicembre 2008

Auguri!


Avendo perso troppo tempo a vivere (e a fare regali), non mi sono dimenticato di voi.

Puntuale come la bolletta del gas, eccovi i miei auguri per un natale il più sereno possibile, a dispetto della crisi che si spera possa fare il meno danni possibili.

Auguri!

giovedì 11 dicembre 2008

Ehh poi dicono che c'è la crisi!!!


Quanto odio quelli che attualmente, per criticare QUALSIASI cosa buttano tutto sul fattore crisi=diventiamo tutti epicurei e non facciamo più niente!
ma va...

mercoledì 10 dicembre 2008

Perchè studio



ho capito che non mi deve importare il fatto che se ho studiato una particolare curiosità il professore non me la chiede perchè quella curiosità l'ho approfondita nel mio interesse.

io studio, per mio interesse

domenica 7 dicembre 2008

giovane con tre g


Ci sono cose nella vita dopo le quali è difficile andare avanti e pensare che c'è ancora una speranza di futuro.

L'intervista a Carlo Pastore di Bertolino a Glob su Raitre, è una di queste.

sabato 6 dicembre 2008

Ehh ma è periodo eh!!



Capitano quelle giornate in cui il tuo organismo, non contento di tutti i problemi che già ti assillano, decide di darti l'inchiappettata finale facendoti restare al letto, o meglio, in pigiama costringendoti a trascinarti dietro i piedi che non ne vogliono sapere di dover sopportare il peso delle ciabatte.

Sono giornate noiose, ma noiooooose che in confronto nemmeno una conferenza sul meglio degli interventi di Enrico Ghezzi fuori sincro in Fuoriorario saprebbe fare di meglio.

E in queste giornate si cerca di trascorre il tempo in qualche modo.
C'è chi si legge un libro.
C'è chi naviga su internet.
C'è chi studia (...)

Ma alla fine, tuttoi, e dico tutti, vanno a finire davanti al tv.

La cosa brutta però è che, se quando uscivi e ti capitava di sbirciare la tv era possibile che ti capitavano sotto mano dei programmi abbordabili, a grandi linee, in queste giornate quasi come una stupida regola del contrappasso tutto si rivolta e ti ritrovi spaparanzato davanti al tuo schermo al plasma super HD mega video ecc... a scoprire sconsolato che secondo alcuni le talpe femmine del caucaso sono ermafroditi.

E questo in risposta a chi dice che National Geographic non serve a un tubo.

martedì 11 novembre 2008

Tutti i segreti del presidente


OBAMA: …E la Lewinsky? BUSH: Boh! Appena arrivato qui l’ho cercata per 3 mesi ma niente. Ho anche indagato ma poi ho smesso di cercare perchè mia moglie iniziava a insospettirsi. Secondo me l’hanno uccisa quelli dell’ NSA.

OBAMA: E le atomiche in Iran? BUSH: Non esistono. Non hanno nemmeno i soldi per uno scud terra aria. Ci serviva una guerra nuova.

OBAMA: Ma dai!! E il petrolio, la crisi energetica? BUSH: E’ pieno di petrolio. Ovunque, stiamo solo facendo finta che sia finito. Sai, aiuta i mercati azionari.

OBAMA: Appunto, la crisi dei mercati? BUSH: Bo. Non ci ho ancora capito nulla. Ma sai ormai sono in pensione e quindi me ne frego. Penso dipenda da cosa decide Pechino.

OBAMA: Chi ha ucciso Kennedy? BUSH: Ma come, ancora non lo sai? JFK è vivo. Sta a Cuba. Con Elvis.

OBAMA: Naaa. E gli ufo, area 51? BUSH: Tutto vero. Questi sono arrivati sulla terra pieni di buone intenzioni, ci hanno sorriso e riempito di regali, addirittura ci hanno fornito la tecnologia stealth. Ma loro sono buoni, nel loro pianeta la utilizzano solo per nascondere i raccolti e i pollai dagli animali notturni. Non pensavano che ci avremmo ricoperto i bombardieri. Un giorno erano lì nell’hangar b3 dell’area 51 e sono arrivati i ragazzi della Cia. Sai, volevano conoscerli, scambiare due chiacchere. Uno di questi, un giovane agente, tira fuori una polaroid, di quelle che si usavano a quel tempo e scatta una foto. Capirai, quelli avevano gli occhioni grandi e non erano abituati ai flash. Sono morti tutti e due sul colpo. è stato incredibile. Un infarto bello e buono. Poi abbiamo totalmente cannato l’autopsia. Pensavamo di essere al fegato e invece era il cervello. Alla fine abbiamo buttato tutto. Però il mais ogm del Missouri è fatto con parti del loro genoma.

OBAMA: Senti e la Russia? E’ ancora un problema? Ho sentito che si stanno riarmando. BUSH: La Russia? Mai stata un problema. Va bè l’unica cosa è che loro sono riusciti ad andare nello spazio e noi no. Il nostro allunaggio è finto, fatto a hollywood. Nemmeno questo sapevi? Ascolta me, l’unica cosa pericolosa della Russia è Putin. E’ piccolino ma tira calci. Sempre incazzato. Quando vai là siediti distante perchè sotto il tavolo ti tira dei pestoni sui piedi che non hai idea. Quando meno te lo aspetti. è geloso. OBAMA: Ma pensa te.

BUSH: Ah, segnati questa cosa. Ti scriverà Fidel, ogni sei mesi mi arriva un pacco di sigari cubani che mi manda lui di persona, è tanto caro. Io non sarò più qui quindi dovresti farmeli spedire giù in Texas. Poi ti lascio l’indirizzo.

OBAMA: Ok. C’è un’ultima cosa che volevo chiederti, c’è stato uno che ha fatto una battuta strana appena ho vinto le elezioni, non l’ho nemmeno capita. Si chiama Berlusconi. Secondo me era una frecciata, un messaggio in codice, un qualche interesse internazionale che devo tenere a mente o il modo in cui devo comportarmi su qualcosa. Sai è strano che un faccia una battuta così a un tavolo internazionale. C’è sotto qualcosa. Tu sai dirmi a cosa si riferiva? Come devo interpretarlo? BUSH: Naaa, lascia perdere. Berloni fa sempre battute, è famoso per questo ma non lo fa con cattiveria. OBAMA: No non Berloni, Berlusconi. BUSH: …. OBAMA: …. BUSH: Berlotti? OBAMA: NO! Berlusconi. Penso sia Italiano.

BUSH: Mai sentito.


Liberamente rubato da: http://www.orabloggo.it/

lunedì 10 novembre 2008

giovedì 23 ottobre 2008

Chissà cosa ne pensa la casalinga di voghera


Una sola cosa.

La Gelmini dice che le proteste fatte contro il decreto legge sono inutili perchè alimentate da una disinformazione fatta dalla sinistra.

Ma se io studente (ancor di più se universitario) vado a protestare in piazza contro un decreto, non credo certo che mi baso sulle sole informazioni che mi da la sinistra ma penso piuttosto che mi vado a leggere DA ME il decreto stabilendo DA ME se sono contrario o no a tale riforma.

QUI, per una maggiore chiarezza, il decreto legge Gelmini

martedì 21 ottobre 2008

domenica 19 ottobre 2008

Padre perdonali perchè non sanno quello che fanno


non è assolutamente per bambini ma gli adulti questo non lo capiscono.

assoluto genio incompreso, ma d'altronde cosa ci vogliamo aspettare da una platea che alla fine del film commenta entusiasta il trailer del film "I Chiuaua di Beverly Hills"...


P.S.G. (post scriptum geek)
il suono della ricarica della batteria di Wall-e è il suono dell'avvio di Mac OS X...

sabato 18 ottobre 2008

oltre le gambe c'è di più


odio delle donne la superbia di sentirsi superiori a noi.

odio delle donne la sfacciataggine quando si tratta di prendere una decisione.

odio delle donne la non consapevolezza dei propri limiti.

odio delle donne la solidarietà femminile, che come uno scudo le impedisce di percepire il limite di bastardaggine e cazzimma.

odio delle donne la solidissima convinzione di essere più mature di noi: amare per prima (quando capita) ed essere molto sensibili sono punti di forza solo quando non li consideri come àncora per qualsiasi cosa, altrimenti è pura debolezza mentale.


Se volete essere forti se volete essere apprezzate se volete essere capite, capitevi voi stesse prima e abbiate il coraggio di avere una così salda chiarezza da mostrarvi la via d'uscita per ciò che non volete essere.

Non abbiate paura del peso delle conseguenze, "di ciò che potrebbe succedere se" perchè si rischia di vedere solo i propri limiti e non le proprie capacità


Tutto ciò che non odio delle donne lo amo, e senza mezzi termini ammetto di essere un maschio stupido ma che proprio poichè è consapevole di esserlo "lavora giorno e notte" affinchè arrivi presto l'altro periodo della vita.

venerdì 17 ottobre 2008

Wall-e-ra



Lo sto aspettando da quando uscì il primo trailer per il mercato americano.
Lo sto aspettando da prima che uscisse Ratatouille.
Lo sto aspettando praticamente da sempre.

...e il "premio" per quest'attesa è vedermelo in un corridoio adibito a sala con 2 persone, su uno schermo sfocato e sentirlo attraverso una radiolina scassata!?

No grazie, preferisco vedermelo al multisala a Castellammare piuttosto che nella famigerata sala 2 del Cinema delle Rose di Piano di Sorrento.

domenica 5 ottobre 2008

Eh no dai, ma aspetta almeno la fine di Lost!

Credo, anzi, sono sicuro che Fringe mi farà esaurire quasi quanto Lost.
Non l'ho ancora iniziato a vedere ma l'ho iniziato a scaricare...e questo è un brutto, pessimo segno!


Previously on Fringe...

giovedì 2 ottobre 2008

Coldplay a Milano, Milano ai Coldplay


Ritornato da Milano.
D'obbligo qualche riga

Partiti da Napoli con l'Eurostar ad alta velocità (così alta che lo stavamo per perdere) io e il mio amico riusciamo ad arrivare a Milano puntuali come solo un orologio svizzero.
Raggiunti dal nostro amico del posto, il tempo di posare i bagagli nell'"appartamento dell'amico del padre del mio amico" prendiamo il 95 per Famagosta e da lì il pulmino del DatchForum.

Tra i tanti "ggiovani", Cristiano Malagò dei Liceali.

Dopo un disguido tecnico sulla taglia delle magliette (alcune vergognosamente e spudoratamente made in Napoli) entriamo nel Forum che sono le 18:20 e una volta seduti ci godiamo gli attimi di attesa ammirando l'immensa scenografia del Viva la Vida Tour.

Passa il tempo, passa il gruppo di apertura (The Excuse), passa il tempo.

Poi il Danubio blu, fine, buio, delirio, Life in Techicolor, delirio.

Tra Clock's, Lovers in Japan, Viva la Vida e tante tantissime altre (un po' meno per la sessione pezzot-dance), vivo un emozione intensissima, continua e pesante, come un orgasmo.

Un'orgasmo di circa due ore.

Dalla regia mi informano che a Bologna sia durato tre quarti d'ora in più.
Da verificare ma comunque possibile, anche perchè dicono che sia stato anche più bello di Milano...boh

Comunque astrale, come solo i Coldplay sanno essere.

I due giorni che si susseguono sono un frullato di "vorrei vivere a Milano" "vorrei fare la Iulm e vivere a Milano" "Vorrei fare la Iulm, lavorare a Mediaset/Sky e vivere a Milano" "qualsiasi cosa pur di stare a Milano".
Ripenso poco ai Coldplay anche perchè so che se mi ci metto sto male, quindi mi concentro su Milano
Grigia, cupa, frettolosa, mtv al duomo, apple, iulm, navigli, iulm, duomo, iulm, milano.



Ritorno in treno con mal di gola e raffreddore.

Dalla regia mi dicono anche che i Coldplay l'anno prossimo faranno un nuovo album e che forse verranno di nuovo a Milano ma questa volta al San Siro.

Grazie, ora sto meglio.

lunedì 29 settembre 2008

30/09/08 - Coldplay VivaLaVida Tour - Milano - Datchforum


Lo scrivo adesso perchè sennò poi mi dimentico.

Domani parto per Milano per il mitico concerto dei coldplay al datchforum di assago per la seconda e ultima data italiana del viva la vida tour!

La comunità dei fanatici (una delle tante che bazzico :P ) se li vede prima a bologna; non credo quindi che riusciremo ad incontrarci XD.


Ora si  che la mia estate 2008 si può (purtroppo) dire finita.

ci sono delle sensazioni che difficilmente si riescono ad esprimere ma che odiano essere rappresentate da stupide frasi, come questa.

venerdì 26 settembre 2008

Sono stato segnalato

Mi fa molto piacere che i ragazzi di liquida abbiano scelto tra i quasi 5000 blog scelti nella blogsfera italiana anche me.
Ringrazio Andrea per la gentile mail, alla quale presto risponderò, e nel frattempo inserisco il link a questo nuovo progetto nel quale ho deciso di iniziare a crederci anche io.


giovedì 25 settembre 2008

Mi Piace



Perchè la meravigliosità sta nel guardarsi le foto messe su Flickr.
Leggersi i blog di quelle artiste, mancate e non, che si sfogano in versi dolci e liquidi da dedicare a chi della vita ha fatto soprattutto solitudine e bellezza.

Come se si volesse trovare pace nel grigio della compassione solitaria.

delicata pelle sotto la dura pietra.

martedì 16 settembre 2008

Lisa, sei troppo intelligente per essere felice.


Come si può morire per la scuola?
Come si può morire perchè si è stati bocciati?
Come si può morire perchè la ragazza ti lascia?
Come si può morire perchè ti prendono in giro?
Come si può morire perchè non si hanno amici?

Perchè si sta male, molto male, tanto da non vederne più la fine, ecco perchè.
Perchè noi vogliamo sempre un punto di riferimento, un'ancora a cui aggrapparci quando tutto va ormai male.
Per debolezza verso la vita. Ecco perchè.

O forse no.

Forse ci si vuole rendere interessanti, far parlare di sè, inconsciamente ovviamente, riducendosi al niente pur di non essere non più niente per gli altri.

Forse.

Ma forse anche perchè la vera forza sta nell'ignorare ciò che si odia e coltivare ciò che si ama.
Che spesso è molto più difficile della vita stessa.

domenica 14 settembre 2008

Amici delle debuttanti


Ho paura che alla fine salti fuori Santi Licheri accompagnando il gruppo pop in una danza tribale sugli alberi a testa in giù mentre degustano con molta eleganza una tazzina di caffè.

martedì 9 settembre 2008

eh ma però i maya dicevano il 2012!

Large handron collider, una macchina da record

È alloggiato in un tunnel circolare lungo 27 km e scavato a 100 m di profondità, accelera le particelle ad una velocità prossima a quella della luce: le particelle compiono 11.245 giri al secondo;

i suoi fasci di particelle sono formati da 3.000 “pacchetti” contenenti ciascuno 100 miliardi di particelle, che si scontrano 30 milioni di volte al secondo: Lhc produce quindi qualcosa come 600 milioni di collisioni al secondo;

fa circolare ogni fascio di particelle per 10 ore, per una distanza equivalente al tragitto andata-ritorno dalla Terra al pianeta Nettuno (oltre 10 miliardi di km);

raggiunge nelle collisioni un'energia di 14 tera-elettronvolt (10.000 miliardi di volte superiore all'energia dei fotoni emessi da una lampadina);

ottiene nel fascio di particelle una luminosità di 1034 per centimetro quadrato al secondo (10 milioni di miliardi di miliardi di miliardi);

raggiunge un vuoto confrontabile a quello dello spazio siderale e la temperatura più fredda dell'Universo; 

nei 27 Km dell'anello, guida la traiettoria delle particelle attraverso 1.700 magneti superconduttori che funzionano a temperature prossime allo zero assoluto (271 gradi centigradi sotto zero): Lhc è il luogo più freddo dell'Universo;

i suoi magneti hanno una lunghezza totale di 24,5 km e una massa complessiva di oltre 40.000 tonnellate;

nelle collisioni, quando i protoni hanno velocità relativistiche, il campo magnetico dei suoi dipoli è 200.000 volte più intenso del campo magnetico terrestre (oltre 8 tesla);

il suo sistema di “collimazione” del fascio garantisce una straordinaria efficienza: le perdite non devono superare le 2 particelle su 10.000.

e alla fine, contro ogni previsione...


...ho deciso di non snervarmi seguendo i vari liveblogging sull'apple event che si terrà oggi in america sui nuovi ipod.

sto proprio invecchiando...:P


lunedì 8 settembre 2008

Across the clock's


visto "Across the universe" psichedelico romanzo post moderno ambientato in un'america in piena rivoluzione studentesca degli anni sessanta.
Immediato e pieno, un vero gioiellino.
...
L'idea ora sarebbe quella di fare lo stesso (neanche tanto a mo' di musical) girato ovviamente molto più in là nel tempo e ambientato ai giorni nostri in una storia d'amore tormentata (uguale come nel film) sulle note delle musiche dei coldplay.

Aspettiamo prima però che il gruppo si sciolga e che almeno uno di loro muoia, sennò non avrebbe senso proprio pensarlo...

martedì 2 settembre 2008

scriversi da sopra

Ho scovato un fantastico sito che ha nientemeno che la missione di smascherare tutti i plagi musicali in Italia.
Foooorte!!

se non fosse per il fatto che non sanno che cos'è un plagio...

Per farvela breve, prima mi vanno a scrivere: 
prima di lanciare l’allarme di plagio è bene tener d'occhio il tema, l’atmosfera e l'elaborazione di un brano.

...e poi mi vanno a dare come esempio di plagio questo!

lunedì 1 settembre 2008

Così come era iniziato -17-


La mia estate è sempre finita con il mio compleanno.
La ciliegina sulla torta.

Non è mai stato facile pensare al compleanno.
L'ho sempre visto come un peso, e come un peso era gestire tutta la "situazione degli invitati".
Per chi aveva pochi amici insomma era davvero difficile.

Poi col tempo le cose cambiano, e i veri amici li ho trovati.
Anzi, diciamo che sono loro ad aver trovato me.

Fatto sta che ora ho capito cos'è veramente il compleanno.
Festeggiare gli anni che passano senza pensare a quelli che verranno.

Così com'è finito.
Così com'era iniziato.

venerdì 29 agosto 2008

Where the hell is matt?


Where the Hell is Matt? (2008) from Matthew Harding on Vimeo.

poi forse...

sono tornato

ora tocca al documentario... e poi forse finalmente possiamo ritornare a pensare alla scuola

giovedì 14 agosto 2008

il senso della vita

parto per londra con la famiglia domani.
starò via 5 giorni.
uau.
ma dopo giffoni neanche l'ascesa al paradiso sarà soddisfacente.
amen.

sabato 9 agosto 2008

un battito un po' ding ding porno

l'inizio di un nuovo genere musicale?


martedì 29 luglio 2008

inquietante AGGIORNATO

la domanda da farsi è: i coldplay hanno copiato da più canzoni simili tra loro o sono le canzoni simili che si sono copiate tra loro?
Spero di essermi spiegato...


inquietante

Spero sia un fake sennò è plagio spudorato...

lunedì 28 luglio 2008

SPOILER - Boris, finale alla occhi del cuore. - SPOILER


Piccolo sfogo personale.

Mi rivolgo a quelli che seguono Boris la fuoriserie italiana sul canale Fox di Sky e che si sono visti l'ultima puntata andata in onda lunedì 28 luglio.

No dico, ma vi sembra un finale quello?

Recitazione pessima, montaggio serratissimo, regia impazzita che non ha dato affatto spazio allo spettatore di metabolizzare tutte le conclusioni proposte (oserei dire buttate lì).

Insomma, un finale alla occhi del cuore...

L'odore dei loro sensi. - GFF 2008


Il GiFFoni (Film Festival e Music Concept) è meraviglioso.
E' una di quelle cose che bisogna fare almeno una volta nella vita.
Più di una, se le cose si vogliono fare bene.
Si impara a conoscere, a farsi conoscere e a conoscersi.


Il GiFFoni è ormai finito
Restano molti ricordi.
Ed è brutto quando con i ricordi risalgono alla mente e al naso gli odori.
Odio ricordare gli odori.
E' come se avessi i ricordi li a portata di mano, sottoforma di cosa concreta, invece sono pure immagini, pure raffigurazioni mentali.


L'odore di persone sorpattutto.
Persone care, lontane.
Che cerchi a volte di allontanare dalla mente per essere meno triste.
Ma che risalgono a tormentarti.
Con l'odore dei loro sensi.

venerdì 18 luglio 2008

lunedì 14 luglio 2008

Blogger t-shirt summer 2008

Inviata con un giorno di ritardo (so' sempre in ritardo) ecco quale sarebbe potuta essere la mia partecipazione al contest.
Peccato, riproverò!

domenica 13 luglio 2008

Si ok, tutto quello che vuoi, però...


Tutti quanti dicono che l'iphone è innovativo e se lo comprano.
Tutti quanti dicono che è indecente che miliardi di persone si scapiglino per comprarsi un telefono.
Tutti dicono che è l'oggetto dell'anno.
Tutti dicono che costa troppo.
Tutti dicono che lo aspettavano da parecchio.
Tutti dicono che non ha mms, non inoltra i messaggi, non è videofonino (poichè noi giornalmente inoltriamo sms mandiamo mms e facciamo videofonate).
Tutti dicono che è stiloso.

Tutti dicono tutti dicono...

Ma nessuno non dice....

venerdì 11 luglio 2008

giovedì 10 luglio 2008

Perchè se in politica tutto è ovvio, nessuno dice niente?


Affrontare di petto il discorso di Berlusconi, soprattutto da uno come me che non ha esperienza nel campo non è facile.


Ma ci voglio provare lo stesso.



Iniziamola a prenderla alla larga e consideriamo che gli italiani (sia qui che nel mondo) si dividono ovviamente in quelli che apprezzano Silvio Berlusconi e quelli che lo denigrano.

C'è sempre una diversificazione radicale delle idee, in tutto, e questo serve affinché le società come la nostra non cadano sotto l'ideale di uno che per quanto possa sembrare corretto non darà mai la sola verità.


Per far si che ciò accada (e cioè per far si che ci sia questa distinzione), tutto si deve basare su delle idee che supportano il proprio "pensiero politico"(se così lo vogliamo definire), superficiali o approfondite che siano, ne parleremo dopo.

Ebbene tali idee col passare del tempo formano la persona, la identificano in un determinato schema sociale attraverso il quale essa si riconoscerà e consoliderà le proprie idee.


Ma da dove arrivano tali idee?


Spesso, o quasi sempre, dall'educazione che ci viene data.

Non sto qui ora a catalogare i diversi canoni di didattica, ma si sappi che le "idee politiche" sono frutto di una viziosa genealogia che col passare del tempo difficilmente riuscirà a rivisitare tali concetti.

Così come dei gesti automatici, così come l'etichetta che ci viene impartita da piccoli e che ormai fa parte del nostro comportamento, così le idee sopracitate.


Ora però, ci vorrebbe uno sforzo più attivo e meno passivo di quello di subire e riproporre gli ideali acquisiti.


Uno sforzo che fa si di vedere da un altro punto di vista queste idee in modo tale da poterle analizzare meglio e criticarle se ce ne fosse la necessità.

Insomma importarle in un modo di pensare che ci è proprio e che non ci SEMBRI solo proprio.



La superficialità con cui ci si lega ad un leader politico è impressionante e al contempo favolosa, poiché fa capire come i concetti che finora ho esposto i quali possono sembrare ovvi sono tuttavia difficili da comprendere, soprattutto ad una certa età.


Mi spiego, proprio stasera parlavo con un mio amico di come alla nostra età (16-17 anni) sia fondamentale l'aspetto fisico per "appararsi" (=fidanzarsi) con qualcuno.

Non conta ancora molto il carattere o se conta, è dosato bene con la fisicità della persona.


Questo discorso (che alcuni diranno che vale solo per noi maschi, ma vi assicuro che non è affatto così... credetemi :] ) si può adattarlo benissimo al discorso politica, e facendolo si viene a capire che in certi casi il pongo è duro come la roccia in confronto al materiale di cui sono fatti i nostri discorsi.


Mia zia è attratta da certi leader solo perchè si pongono bene in televisione e/o al pubblico.

Mio zio è attratto da certe leader solo perchè sono "bone" e sostengono gli ideali del fascismo (i quali hanno costituito radicalmente la formazione di tale partentado, e quindi ci si ricollega al discorso di prima).


Sapendo e saputo questo, Berlusconi allora piace perchè si pone bene?


E perché se tutti sanno dei suoi vari trascorsi (confermati anche da lui stesso), c'è gente che continua  a sostenerlo in maniera radicale?


Mia zia sostiene che chiunque per avere successo deve in qualche modo barare, berlusconi è uno che l'ha fatto bene quindi vale, ed è giusto che venga premiato con la fiducia.


Basta questo?


Mio padre fa l'indifferente, non c'è più niente da fare o da dire, tanto è inutile.


Basta anche questo per evitare disguidi di qualunque tipo?


Ed evitare disguidi di qualunque tipo riesce, non dico a risolvere, ma almeno a dare una visione un po' meno sbiadita su questo concetto che a mi piace considerarlo di carattere sociologico?


Ovvero se tutto è molto ovvio, perchè si dovrebbe sopportarlo o ancora meglio/peggio supportarlo?






Io sicuramente non mi escludo da quelli che subiscono gli ideali politici.

Come in molte famiglie italiane, nella mia si parla a sinistra e di conseguenza in futuro anche io subirò il fascino di quella fazione.


Ma a differenza di molti io cerco almeno di non parlare per sentito dire.


O almeno lo spero.


martedì 8 luglio 2008

Ci sono cose...



Costo biglietto del concerto di Pino Daniele a Napoli = 41 Euro, con mastercard.

Costo medio benzina per la macchina per arrivare a Napoli = 15 Euro, con mastercard.

Prendersi una pizza nel locale più vicino durante il concerto = 7 euro, con mastercard.

Vedere Gigi d'Alessio venire fischiato davanti a milioni di persone durante il concerto, mentre duetta con Pino (e soprattutto mentre il tutto va in onda in diretta tv su Rai1) = non ha prezzo!!

giovedì 3 luglio 2008

E' per guardarti meglio, bambina mia!

Ma avete mai pensato a quanta dietrologia c'è nelle fiabe?
E poi dicono la società moderna...(...?)

Per ricordare meglio, bambina mia!
















Spesso pensandoci troppo, riesci a farti male ricordando i bei momenti.
Spesso pensandoci troppo, riesci a capire che ne veranno di assai migliori (anche se poi, a volte, difficilmente ci si accorge di starli vivendo).
Spesso pensandoci troppo, riesci a decidere in anticipo imprimendoli su un supporto che non sia la memoria, e così inizi a riprendere, a girare.

Rec.
Basta e avanza.

mercoledì 2 luglio 2008

Ve ne farò sapere, intanto...

Droga tagliata a "megabait"


Titolo che si addice al tipo di pubblico che interpreta la notizia riportata da alcune delle più importanti testate italiane giornalistiche (no, sembra strano ma il TgCom non mi ha pagato per includerlo in tale categoria) secondo la quale in rete girerebbero dei file .mp3 che conterrebbero dei suoni che interferirebbero con l'attività cerebrale.

Ora, a parte il modo di dare la notizia, a parte il fatto che non è provato che facciano davvero male, a parte il fatto che secondo alcuni questa sarebbe una notizia vecchia e non centrerebbe nulla con la vera e propria droga, mi spiegate come si potrebbe definire il video demo che riproduce appunto una di queste "droghe virtuali" che il corriere ha pubblicato in correlazione con l'articolo di cui sopra?




p.s. se volete informarvi per poter dire ai vostri amici di saperne qualcosa sulle onde alfa, eccovi un articolone bello lungo lungo su non aprite quel portale

venerdì 27 giugno 2008

mercoledì 25 giugno 2008

Amo questo programma

Da sempre, e non smetterò mai!
(finale di stagione)

martedì 17 giugno 2008

La grande foto


Spesso ci dimentichiamo dove viviamo.

Dove ci troviamo, di quanto è grande la terra che ci ospita (ancora per poco) pazientemente, di quanto è vasto questo piccolo pianeta e di come siamo piccoli noi e la nostra comunità, presi ogni giorno ad occuparci di svolgere piccole o grandi mansioni che la società ci impone, ci richiede per far si che tutto vada come deve andare.

Non siamo soli su questa terra.

Spesso basta poco per farci destare da questo sogno urbano che involve la nostra percezione dell'insieme, un racconto, un blog, una foto, e non per forza quella tipica dell'africano affamato (senza nulla togiere all'africano affamato).

E' (forse) proprio questo il messaggio lanciato dagli intraprendenti fotografi del Boston Globe attraverso il maestoso photoblog "The big picture".

Ritratti del nostro, attraverso la grande foto.

sabato 14 giugno 2008

Montone affumicato con barbabietole e strutto

...eh però Silvà...

almeno per me, almeno per ora, l'Emozione è tutt'altra cosa...









...e quindi viva i coldplay!

domenica 8 giugno 2008

quella passata quella presente


mi manca l'Inghilterra

mi manca quell'aria di estate

mi manca quell'aria di solitudine dispersa negli occhi di una vecchia che ci guarda impaurita

mi mancano i viali alberati e spogli, privi di tutto, peni di tutto

mi manca l'Inghilterra

mi manca "Sanchos" e i suoi kebhab (si scrive così?)

mi manca la lingua

mi manca il seaside

mi manca il lato oscuro delle cose, la notte, la casa, la donna cinese, inglese, internazionale

mi mancano quelle passeggiate con i compagni di viaggio

mi mancano le serate al college, le rincorse notturne, le prese per il culo, gli scherzi, i giochi, le prese per il culo.

Mi manca l'Inghilterra

mi mancano i coldplay, il gruppo, i negramaro, Giffoni (almeno li ci ritorno)

voglio tornare in Inghilterra

non voglio tornare come l'ultima volta

amo Londra

odio Londra

voglio l'Inghilterra

non voglio restare qui.

mi manca l'Inghilterra

venerdì 6 giugno 2008

Prova scritta per il Giffoni Music Concept 2008

La vita, i Coldplay e tutto ciò che ha a che fare con le emozioni



La prima volta che li sentii accadde come accade di solito, per caso.

Fu quasi come un primo appuntamento, come un primo bacio, come qualcosa che ti ha segnato e dopo la quale hai capito che difficilmente smetterai di non provare più quelle sensazioni.

Fu su quelle note che capii che i Coldplay sarebbero stati il mio primo gruppo preferito.

Passò il primo periodo, quello di A Rush of Blood to the Head per intenderci (si lo so, sono arrivato un po’ in ritardo) e proprio sulle note di The Scientist, In my place e la mitica Clocks, passai il periodo delle medie.

Arrivò poi dopo un fiorentissimo momento per i “quattro di Londra” X&Y disco di intense emozioni, molto intimista dicono i più, assolutamente espressivo mi sento di dire io.

E’ il tempo di Fix you, Talk, White shadow, The hardest part, ma soprattutto Swallowed in the sea, canzone profondamente triste e per questo culla di tutti quei problemi senza i quali ora non sarei quello che sono.

Dopo quest’ondata di successo i Coldplay si ritirano e inizia, quindi, il periodo sabbatico, periodo d’oro per un musicista sempre in giro per il mondo, periodo nero per i fans, avidi solo di successi.

Passa del tempo dunque, molto tempo.

Quando ecco che alle porte del 2008, in piena digestione di zeppole e panettoni la notizia che i Coldplay in tutto questo tempo non sono stati con le mani in mano bensì hanno lavorato ad un nuovo album, risolleva gli animi e i piedi, che erano riusciti faticosamente a ritornare a terra.

Siamo a febbraio, io intanto ho acquistato più dimestichezza con internet e inizio ad informarmi sugli sviluppi del disco.

Entro nel vortice dell’ultimo aggiornamento, commetto lo stesso errore che ho commesso con la serie “Lost” e quasi come un drogato divento un dipendente dell’ultima notizia: ho bisogno di sapere ogni virgola, ogni singolo spostamento, ogni singola notizia che mi dia la certezza che i Coldplay stiano veramente per tornare.

Sarà un disco nuovo, innovativo, durerà tanto, anzi no poco, sarà breve ma intenso, riporterà delle sonorità latine incontrate con la collaborazione alla realizzazione del disco “rhythms del mundo” (disco che ho comprato solo per la loro presenza), saranno tutti pezzi inediti, saranno tutti i i pezzi scartati da X&Y: un delirio.

Nel momento in cui scrivo il disco non è ancora uscito.

Ho deciso di smettere, di disintossicarmi da questa “newsdipendenza” per poter godere appieno di quello che sarà il nuovo lavoro dei Coldplay, in uscita il 13 giugno.

Amore a primo ascolto, come ogni grande amore che si rispetti difficilmente riuscirò a non farmelo piacere, ma spero almeno di riuscire a rimanere estasiato ancora una volta dalla musica di questi bravissimi ragazzi inglesi.

 

 

Come una spirale, come un vortice che ti afferra e che ti spinge ad immaginare, sognare.

Un tornado, dentro il quale una volta entrato è difficile uscire.

La musica è vita solo quando la vita è per te musica.

 

 

Jacopo

lunedì 2 giugno 2008

L'unità

ma già solo il fatto che al governo che tiene salda l'italia c'è gente che l'italia la vorrebbe divisa (se non addirittura morta e sepolta)

domenica 25 maggio 2008

Paragoni da liceale

Spiegare la cultura a mia zia e come cercare di dividere gli atomi, produrre dal non essere, far apprezzare la tradizione greca a catone, attribuire l'ideale di humanitas terenziana a scipione, convincere Lutero o Calvin che i sacramenti sono sette, cercare di imporre censure all'eros di archiloco o all'audace volgarità di ipponatte, bersi il vino del simposio senza mescerlo con l'acqua, far dialogare senza incongruenze dante e ariosto sul tema dell'amore, mettere sulla retta via Cecco Angiolieri, convincere gli indios che i conquistatores non erano poi tanto male, piegare un pezzo di carta più di sette volte, invertire l'entropia.
...
...
...
...
e luce fu!


Cioccopasticciocrocconutella

















immaginatevelo ricoperto di cioccolato e farcito con cioccolato e  biscotti ricoperti di cioccolato e farciti al cioccolato e capirete perché stamattina a colazione ho deciso di mandare affanculo la mia dieta.

Allevi, Lorenzo e tutto ciò che ha a che fare con le emozioni

Il tempo non c'è mai, non è fatto per essere gustato ma per essere desiderato.
Comunque un post per descrivere le emozioni del concerto di ieri di Jova ci voleva.
Ma considerando che oggi vado al San Carlo a Napoli a vedere allevi, forse questo video potrebbe spiegare il mio "panico di emozioni", tra irrazionalità e quotidianità.

domenica 18 maggio 2008

E se lo dice dave...


... bisognerà pure crederci!
 

dal DaveBlog:


Basta, io questo programma l'adoro. La squadra di montaggio della striscia preserale è magistrale, Facchinetti mi appare sempre più adeguato e trovo pure che trasmetta un garbo ed un entusiasmo apprezzabile, la scelta autorale di introdurre ospiti cantanti mi pare molto azzeccata. La dinamica tra i giudici è travolgente. La Ventura è sempre in palese difficoltà concettuale, ma non riesce a starmi antipatica come altrove, sembra molto coinvolta. La Maionchi è una donna di una tenerezza straordinaria e Morgan è Morgan: la sua intelligenza musicale ha conquistato pure me. E poi i cantanti sono personaggi, che non guasta mai. Quando mai ad Amici o a Music Farm vi è fregato di quale canzone cantasse Tizio o Caio? Qui invece non vedi l'ora di sentire come Ilaria farà Fiori rosa fiori di peso, o come gli Aram si produrranno nella riedizione di Battiato. Giunti a questo punto della gara, un paio di considerazioni sui superstiti:

1) Emanuele: io lo trovo di una umiltà esemplare nonchè umanamente meritevole di successo, oltre che dotato di una delle voci migliori e più intonate. Purtroppo però ha deciso di fossilizzarsi nel ruolo del rocker, cosa che alla lunga stufa (personalmente mi stufa anche alla breve), figurarsi se tutto hai meno che la faccia del Vasco della porta accanto (e meno male per te, aggiungo). Quindi , se proprio devo scegliere, non può vincere, anche se l'autore di "Scritto sulla pelle" secondo me merita una possibilità nel mondo discografico

2) Ilaria: qui mi dispiace per i suoi detrattori, ma a me sembra crescere di puntata in puntata. Le sue interpretazioni di canzoni meno ingessate delle solite (se canta ancora Oceano mi metto a urlare) mi sono molto piaciute, mettendo in luce le sue qualità interpretative, che non sono affatto da buttare. Che oltre all'involucro ci sia qualcosa di più? Vabbè, che parlo a fare, io sono innamorato cotto

3) Tony: non è antipatico, borioso o saccente. Però non è il migliore dei cantanti, anche se si è reinventato un graffiato convincente che in Master Blaster mi ha strappato anche un applauso. Quando gorgheggia tipo Alicia Keys però non si può sentire, e poi con quel nome d'arte non vai da nessuna parte, parliamoci chiaro. Vincerà, ma sarà un'ingiustizia

4) Giusy: è brava, non si discute, ma non cavalca un genere che mi fa impazzire. E' abbastanza per escluderla dal podio? Forse no

5) Aram Quartet: sempre più convincenti, tutto quello che toccano si trasforma in oro. La loro versione di Se bruciasse la città fa spellare le mani dagli applausi. Mi hanno fatto conoscere canzoni che nemmeno lontanamente sospettavo, complici di un Morgan a cui bisognerebbe dedicare una statua e consegnare chiavi in mano un programma musicale in seconda serata con ospiti a scelta e licenza di fare tutto ciò che gli passa per la testa


martedì 13 maggio 2008

C.V.D.

comevolevasidimostrare

giovedì 8 maggio 2008

Mara Carfagna





Sbomballati

Menomale che col passare di X Factor sembra essersi ridimensionato.
Almeno con la testa...

mercoledì 7 maggio 2008

Gente che quando li vedi proprio guarda gli diresti di tutto!!!


Ma basta!
Ma io non lo so, cosa ci si vede in una VECCHIA e dico VECCHIA che vuole fare la bambina "ggiovane" che poi va sul palco e inizia a gracchiare la voce incazzata nera (per chissà poi cosa) con quegli orribili occhiali neri che dimostrano quanto sia insicura e ostenti tutta quella ridicola "rabbia" solo per scena e per ingannare, prima di tutti se stessa.

E tutti li a venerarla come una diva, che per carità lo è certamente stata a suo tempo, ma che ora sarebbe il caso smettere di essere.

Pessima la performance l'altra sera sul due: pessima, e sarebbe quasi il caso di smettere di cantare quella canzone che dopo che abbiamo capito che è stata COPIATA diventa stupido continuarla a cantare.
Smetti di essere pirla.
Impara a campare normale.
Punto.
(e finalmente ora lo dico io).

lunedì 28 aprile 2008

martedì 22 aprile 2008

x factor

...e poi bisogna che scenda dal piedistallo: è necessario che mi si trovi un vestito che mi stia bene addosso infatti siamo ormai nella seconda fase di X factor, che è una vera sfida.

Ma anche se alla fine per me "l'X Factor" è talento ma soprattutto un sogno perchè a me piacerebbe vivere di musica, l'importante è sapere che non ho ancora una collocazione discografica

poichè la musica batte sempre sul due.

sabato 19 aprile 2008

Un bel sabato con elio

Capitano i sabati "casalinghi".
Ci prendiamo una pizza?
D'obbligo.
Una cocacola?
Certo.
Un filmettino?
Eh, vediamo che fa su sky...gnente...
Vabè vada per il dvd.
Che abbiamo?
Eh ci sarebbe questo, no quest'altro.
C'e l'ho io la soluzione: "La Saga dei Nibelunghi"
0_0
Vaaaabene io vado dentro.
Finale: youtube-poggiapiedi-EeLST.

E così ho passato un bel sabato con elio.

LEAVE A COMMENT! LASCIA UN COMMENTO!

Se i sogni sono il pane degli scrittori, i commenti sono il pane dei blogger (almeno per me).

Siete sempre in tanti a visitare queste pagine, ma nessuno mai che si prende la briga di clikkare su "commenti" e di scrivere qualcosa anche un insulto che ne so...

COMMENTATE COMMENTATE e ancora COMMENTATE!!
__________________________________________________________________
__________________________________________________________________

Online