domenica 13 maggio 2007

Spiderman3...ma perchè?

DA LEGGERE SOLO SE SI E' GIA' VISTO SPIDERMAN

Con l'uscita di spiderman 3, il mondo sembra essere diventato pazzo per questo film.
I dati:

Spiderman 3 è entrato nella storia del BoxOffice americano, riuscendo nell'impresa di incassare la folle cifra, in soli 3 giorni di programmazione, di 148 milioni di dollari!
Stracciato il record precedente, detenuto dai Pirati dei Caraibi 2, che si erano fermati "solo" a 135 milioni.[...]Gli americani in questo weekend hanno visto praticamente solo Spiderman!

Ora.
Analizzando ora questo film, si notano subito tre fattori che attirano molto il pubblico: un'ottima grafica 3D in tutto il film, la presenza di scene ironiche che spezzano l'atmosfera "seria" per cui questo film si era fatto aspettare (ricordiamo che in questo film spiderman si lascia tentare dal lato oscuro), e tanta azione.

Ma una persona in genere cosa vede in un film.
O meglio, cosa andrebbe visto.
Io non sono certo in critico cinematografico, ne tantomeno un sociologo che analizza il comportamento altrui, ma semplicemente una persona che vuole capire perchè così tanta gent vada a vedere un film (spiderman) che, detto molto sinceramente, non merita certo un trattamento così...

Tornando alla domanda, e parlando ora a linee generali, a me sinceramente un film deve attrarre prima di tutto per la storia.
Quella è fondamentale, poiché un film è questo che fa raccontare storie.
Se quindi la storia è scadente, l'intero film lo sarà di conseguenza.
Secondo, mi deve piacere la regia.
Spesso però non bastano i grandi nomi per fare un film, e di conseguenza non tutte le opere dei grandi possono essere davvero apprezzate.
Infine io in un film cerco di vedere la recitazione, i modi di fare degli attori, quello che ci mettono di loro e quello costruito a tavolino, quello che interpretano con animo e quello che interpretano per il solo dovere.

Naturalmente non è che per tutta la durata del film io mi concentro sull'analizzare e cogliere tutte queste cose.
Sono attenzioni che nascono spontanee, che vengono da sole, che fondamentalmente mi trasmette il film.
Quindi, per concludere la risposta alla domanda, io in un film cerco di cogliere un insegnamento, e se quell'insegnamento mi viene trasmesso male, allora posso dire con certezza che il film non mi è piaciuto.

Parlando ora di Spiderman, che a questo punto avrete capito che non mi è piaciuto affatto, questo film non rispetta per niente i (miei) canoni di un buon film, poichè non ha ne storia, ne regia, ne tantomeno recitazione fatta bene.
La storia si può volgarmente definire un'acozzaglia di eventi senza senso: scusate ma mi spiegate la presenza di un uomo di sabbia che combatte con spiderman, perchè secondo lui non vuole fargli guarire la figlia; e mi spiegate poi la comparsa IMPROVVISA verso fine film di un nuovo nemico mostro, che alla fine è un fotografo che vuole vendicarsi con peter parker perchè gli ha fatto perdere il lavoro!?
Ma trovatene un altro!


Questo film manca completamente poi di regia, un deludentissimo Sam Raimi, che spesso si inceppa con la macchina da presa, non dando una cronologia ben definita a questo film.

Infine, la mia critica più pesante va alla recitazione.
In particolare sulla scena alla Tony Manero molto discussa e commentata dalla gente (chi "pro" e chi "contro")
Io mi limito soltanto a dire che, qualsiasi possa essere il significato di quella scena (se non quello di far semplicemente divertire il pubblico con qualcosa che non c'entra una beneamata mazza con il resto del film), è recitata male!
Non fa proprio per Tobey Mc.Guire, una scena da latin lover che si scaraventa qua e la per il bar e la città, mandando più volte baci alle ragazze e atteggiandosi da fricchettone.
Fa solo ridere, ma non per lui, bensi DI lui!

Per concludere, posto quella che secondo me dovrebbe essere la vera trama di uno spiderman davvero coerente con la realtà, e logico in tutti i suoi fini di Daniele Luttazzi:

Morso da un ragno radioattivo, il liceale Peter Parker sviluppa una dermatite desquamativa con croste e fissurazioni cutanee che gli procurano dolori lancinanti e lo costringono a letto fino alla fine dei suoi giorni, nonostante la somministrazione cronica e massiccia di glicocorticoidi per via sistemica.

4 commenti:

Neodie ha detto...

Del tutto d'accordo... Complimenti per l'analisi. Spiderman3 si è rivelato una delusione, e sono il primo a dirlo io, accanito fan dei comics su grande schermo e adoratore dei primi due episodi.

Complimenti per il blog, interessantissimo!

Andrea ha detto...

Io penso ke è bello Spiderman 3... però non l'ho visto!

Marco ha detto...

Mah, peccato...
peccato che, dopo il Mac, discordiamo pure sull'Uomo Ragno...
Il film secondo me era strafico, non mi ha rotto mai, e poi... non era Ben Hur e non concorrrerà agli oscar, dai.
Sarà che a me l'uomo ragno piaceva già a fumetti...
Comunque, ti ho aggiunto nei Link... ricordi, sì?
Ciao

Mildred ha detto...

Keep up the good work.

LEAVE A COMMENT! LASCIA UN COMMENTO!

Se i sogni sono il pane degli scrittori, i commenti sono il pane dei blogger (almeno per me).

Siete sempre in tanti a visitare queste pagine, ma nessuno mai che si prende la briga di clikkare su "commenti" e di scrivere qualcosa anche un insulto che ne so...

COMMENTATE COMMENTATE e ancora COMMENTATE!!
__________________________________________________________________
__________________________________________________________________

Online